Storie - JAKU

JAKU, Realizzazione

In situazioni comuni, come stress, insonnia, mal di schiena, ma anche in malattie degenerative come il Parkinson… lo Zen Shiatsu può affiancare la terapia e sostenere le risorse individuali, migliorare la qualità della vita e l’umore, alla ricerca di un nuovo Equilibrio.

 

Storie di trattamenti

 

Salute e malattia

In Occidente la medicina preventiva comporta la diagnosi precoce delle malattie e il trattamento immediato, la “strutturazione” di organismi sani e il mantenimento dello stato di salute tramite controlli effettuati con regolarità. Ma è proprio questo il sistema per prevenire l’insorgenza delle malattie?

Le direttive generali intese a scongiurare l’instaurarsi delle malattie assumono proporzioni gigantesche… ma non mettono in evidenza la responsabilità dell’individuo nei confronti della propria salute. Inoltre sia nel campo della prevenzione che in quello della terapia la malattia viene considerata un insieme-standard si sintomi validi per tutti.

Noi in Oriente non cerchiamo una malattia specifica, ma ci sforziamo di diagnosticare il fenomeno “assenza di salute” che ricorre nel singolo individuo. Consideriamo l’organismo di ogni singolo paziente diverso da quello di tutti gli altri e teniamo conto della sua costituzione. Cerchiamo di scoprire soprattutto e anzitutto perché la malattia si è sviluppata.

S.Masunaga W.Ohashi – Zen Shiatsu – La terapia shiatsu secondo i principi dello Zen – Edizioni Mediterranee, Roma 

 

Il dolore lombare (lombalgia) 

Innanzitutto, si deve partire dall’addome; ricordate di trattare sempre con la massima importanza l’hara (addome). Se i muscoli della schiena… sono tesi o distorti, potrebbero certamente causare lombalgia, ma questa è solo una parte del problema. Alcuni ritengono che la colpa sia dovuta al fatto che ci siamo eretti e dunque il camminare su due piedi potrebbe causare disturbi. Se fosse vero, tutti dovrebbero soffrire di questi dolori, non è così. …Se per qualche motivo il muscolo iliaco o il muscolo grande psoas, che costituiscono l’ileopsoas, sono tesi o allungati, la nostra postura ne risente. Si può dunque concludere che questi muscoli sono collegati alla zona addominale, e quindi anche agli organi interni (per esempio il colon), che perciò a loro volta possono provocare la lombalgia.

S.Masunaga – Racconti di cento trattamenti – Racconto 3 - Shiatsu Milano Editore

 

Spalle “fredde” e dolenti

La tendenza ad usare l’età come giustificazione di un fenomeno difficile da spiegare ha collegato il disturbo all’ invecchiamento… uno stile di vita sedentario ed abitudinario, lavori sempre più concentrati sulle dita ed in più l’avanzamento dell’età, portano a percepire sintoni che ricadono sulle spalle. Anche le irritazioni delle gengive (dato il collegamento con i nervi degli arti superiori) si ripercuotono inconsapevolmente sul braccio. L’affaticamento degli occhi, abbinato all’uso eccessivo delle mani, aumenta la tensione delle spalle.

La capsulite adesiva non è da considerarsi una semplice manifestazione dell’invecchiamento corporeo. Tramite la valutazione dei meridiani intorno all’articolazione della spalla, utilizzando il kyo e il jitsu, scoprirete che la vita del ricevente presenta squilibri causati dal cattivo funzionamento degli organi interni. Le persone, troppo focalizzate sul dolore alla spalla… non pensando a un’anomalia degli organi interni, vogliono solo che il disagio scompaia, possibilmente in fretta. Invece noi operatori dovremmo capire che è importante avere uno sguardo d’insieme e lavorare sui meridiani per migliorare gli squilibri degli organi interni.

S.Masunaga – Racconti di cento trattamenti -  Racconto 4 - Shiatsu Milano Editore

 

La malattia di Parkinson secondo la Medicina Cinese

Nel Volume 24 delle “Domande semplici del Classico di Medicina dell’Imperatore Giallo” [2696 aC], si descrivono sintomi di tremore e rigidità causati da Vento o Umidità. L’autore riferisce che “il Vento si riferisce ai sintomi di agitazione e vertigini, causati dalla disfunzione del Fegato e che i sintomi di rigidità e spasmo muscolare sono causati da Vento o da Umidità”.

Sun Simiao (AD 581-682), celebre medico durante la dinastia Tang, scrisse un’opera intitolata “Prescrizioni da Mille Pezzi d’Oro”, considerata la più antica enciclopedia medica cinese oggi conosciuta. Nel Volume 8, sulle Sindromi da Vento, Sun Simiao raccomanda una prescrizione per “coloro che da parecchi anni si sentono pesanti nei movimenti, come tirati da una corda nell’alzare un braccio, una gamba o a muovere il corpo; oppure per coloro che trovano difficile girare mentre camminano e trascinano i piedi ad ogni passo; oppure per coloro che non riescono ad evitare di camminare accelerando il passo come in una corsa”. ¬¬

Zhen-Xin Zhang Zhen-Hua Dong e G.C. Roman, Early description of Parkinson disease in Ancient China, Arch.Neurology 63:782-784; 2006

 

La tachicardia e la saggezza del Cuore

La medicina occidentale inquadra i problemi cardiaci prendendo in considerazione soltanto l’organo del cuore, ed è fiera dei risultati raggiunti… Tuttavia in questo modo tralascia l’indagine sulle cause profonde. Un centro non può esistere senza un contorno, dunque se non si ha consapevolezza che il cuore è soltanto uno degli organi del nostro corpo, qualunque trattamento risulterà insufficiente.

La tachicardia è l’esaltazione dell’organo cuore, che non è altro che l’esaltazione dell’anima. Quando ci si sente vincitori, si prova un’enfasi dell’anima. Così, quando ci sentiamo “sollevati in alto” perché euforici, lo stomaco e il diaframma si sollevano ed esercitano una pressione sul cuore. Per calmarsi occorre uno sforzo, se non se non si è preparati a gestire la propria esaltazione, le crisi non miglioreranno e diverranno abituali… Abbandonando l’arroganza del cuore, che si esalta perché vuole vincere e rifiuta la sconfitta, si può perseguire la semplicità ed accettare con saggezza ogni situazione, raggiungendo la tranquillità. Quando si è umili con un cuore puro, il cuore non si agita senza un motivo.

S.Masunaga – Racconti di cento trattamenti -  Racconto 25 - Shiatsu Milano Editore

 

L’insonnia

Il riposo notturno assume la valenza delle radici che danno nutrimento alla pianta, donandoci il ki/qi (energia): ci riforniamo per le attività diurne, svegliandoci quando il serbatoio è pieno di energia, riconciliati pienamente con noi stessi. La notte è un mondo dove siamo tutti riuniti, è un ritorno, un luogo in cui ci avventuriamo senza portare noi stessi: riposare tranquillamente è come tornare all’infanzia, liberi da vizi e desideri, senza corazze, senza “agende piene”… Se non abbiamo finito il lavoro, o ci siamo preoccupati per altri impegni [il corpo reagisce tendendo i muscoli. Come si può pretendere di riposarsi bene in tale stato? Preoccuparsi eccessivamente per varie cose non è forse sintomo della mancanza di fiducia negli altri e della chiusura in noi stessi?

Quando vi difendete, automaticamente il vostro corpo diventa rigido e la pelle si tende. Se non riuscite a dormire provate ad ascoltarvi e vi accorgerete, per esempio, che la spalla o l’anca sono inconsapevolmente contratte… provate a irrigidire il corpo e poi a buttar fuori l’aria: sentirete che la tensione si allenta. Allo stesso tempo vi renderete conto di essere “contenuti” nella pelle: immaginate dunque che essa svanisca.. e che voi foste un liquido che fuoriesce dal contenitore; oppure che nel buio tutto si sciolga, mescolandosi con l’esterno… cercate l’immagine che più preferite… concentratevi sulle impressioni che provate…Vi sembrerà di aver intravisto un mondo dove voi non siete voi stessi… quel luogo sarà l’entrata, la “porta del sonno”. 

S.Masunaga – Racconti di cento trattamenti -  Racconto 29 - Shiatsu Milano Editore